Spazio social

 

 


Argento per Begnoni, medaglia di legno per Basso

Dopo il debutto vincente, prosegue il buon momento del team giallo-nero-verde



Domegliara (Vr), 26 febbraio 2017 - Dopo il debutto vincente non è arrivato il bis per la General Store bottoli Zardini ma i ragazzi in maglia giallo-nero-verde sono stati comunque protagonisti assoluti sia sul circuito di San Bernardino di Lugo (Ra) sia sull'anello ondulato di Castello Roganzuolo (Tv).

La seconda giornata di gare si chiude con una medaglia d'argento, quella conquistata da Gianmarco Begnoni in terra romagnola al termine di una prova combattuta e resa selettiva dal vento. Nello sprint a ranghi ristretti che ha deciso la Coppa San Bernardino, il valeggiano ha chiuso al secondo posto alle spalle di Damiano Cima. Nona piazza, invece, per Andrea Cordioli.

A Castello Roganzuolo dove il Gp De Nardi si è  concluso con una volata a ranghi compatti, invece, il trevigiano Leonardo Basso è stato costretto ad accontentarsi del quarto posto con Alberto Dainese e Mirco Padovan che hanno chiuso rispettivamente in settima e ottava posizione.

"Oggi non è arrivata la vittoria che tutti avrebbero desiderato ma le prove che hanno offerto i nostri atleti valgono, se possibile, molto di più" ha sottolineato il team manager Roberto Ceresoli"Dopo la vittoria di Lonardi era importante confermare di essere squadra anche in altri contesti e direi che ci siamo riusciti controllando bene sia la prova di San Bernardino sia quella di Castello Roganzuolo. I piazzamenti di Begnoni e Basso, poi, servono a dare continuità a due ragazzi di cui sentiremo certamente ancora parlare nel prosieguo della stagione".

Archiviato lo scoppiettante fine settimana d'apertura, la General Store bottoli Zardini è pronta per incontrare il caldo abbraccio dei propri tifosi: l'occasione sarà la 
presentazione del team 2017 in programma mercoledì 1 marzo alle ore 20.00 presso il centro congressi Hotel Parchi del Garda di Pacengo di Lazise (Vr)

In allegato: foto del podio di San Bernardino (CLICCA QUI)

Photo Credits: Riccardo Scanferla - www.photors.it